Loading…

Trib. Viterbo, 18 novembre 2021, Pres. Turco, Est. Geraci

CONCORDATO PREVENTIVO – Esecuzione – Emersione del compimento di atti non conformi al piano – Possibilità di revoca dell’ammissione – Insussistenza.

Visualizza il provvedimento
Nel caso in cui in fase di esecuzione emergano atti posti in essere dall’imprenditore in spregio a quanto previsto dalla proposta e dal piano si esclude che il Tribunale possa provvedere alla revoca del concordato preventivo, confinando l’ambito applicativo dell’art. 173 L. fall. alla fase antecedente all’omologa del concordato. È dunque un mero refuso il richiamo alle previsioni di cui all’art. 173 L. fall. contenuto nell’ultimo comma dell’art. 185 L. fall., potendo farsi applicazione unicamente delle disposizioni dell’art. 186 L. fall.
Riproduzione riservata

art. 173 L. fall.
art. 185 L. fall.
art. 186 L. fall.