Loading…

Trib. Verona, 2 dicembre 2022, Pres. Attanasio, Est. Lanni

ESDEBITAZIONE – Disciplina transitoria – Presupposti di diritto sostanziale – Applicabilità del CCII – Sussistenza.

Visualizza il provvedimento
I presupposti di diritto sostanziale dell’esdebitazione devono essere accertati sulla base della disciplina esistente al momento della pronuncia costitutiva del giudice, in forza dell’art. 11 preleggi c.c. Pertanto, in caso di esdebitazione richiesta in relazione ad un fallimento pendente al momento dell’entrata in vigore del CCI o chiuso prima di essa dovrà essere applicata la disciplina di cui all’art 281 CCII.
Il principio dell’ultrattività sancito dall’art. 390, secondo comma, CCII, infatti, può essere riferito soltanto all’aspetto procedimentale dell’istituto, qualificandosi quest’ultimo come un’appendice o un incidente della procedura concorsuale. Diversamente, dal punto di vista sostanziale, l’esdebitazione si configura come un istituto autonomo e distinto dalla procedura in senso stretto dal momento che regola ciò che ad essa sopravvive.
Riproduzione riservata

art. 11 preleggi c.c.
art. 281 CCII
art. 390, secondo comma, CCII