Loading…

Cass., Sez. 5 Pen., 2 maggio 2022, n. 17092, Pres. Pezzullo, Est. Scordamaglia

BANCAROTTA - Società di persone - Socio recedente - Prelievo di somme a titolo di liquidazione della quota - Bancarotta fraudolenta per distrazione - Configurabilità - Condizioni.

Visualizza il provvedimento
In tema di fallimento di una società di persone, la condotta del socio che recede che, nell'esercizio del diritto a vedersi liquidata la sua quota, prelevi dalle casse sociali somme asseritamente corrispondenti al credito vantato nei confronti della società senza alcuna indicazione di elementi oggettivi che consentano un'adeguata valutazione delle modalità di determinazione della congruità della somma, costituisce atto di disposizione patrimoniale intrinsecamente arbitrario che, in quanto idoneo a esporre a pericolo le ragioni dei creditori, integra il delitto di bancarotta fraudolenta per distrazione. 

Massima Ufficiale
Riproduzione riservata

art. 216 R.D. n. 267/1942
art. 233 R.D. n. 267/1942
art. 2289 c.c.