Loading…

Cass., Sez. 1, 13 settembre 2021, n. 24632, Pres. Cristiano, Est. Vella

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA – Concordato preventivo successivamente sfociato in un’amministrazione straordinaria - Azione revocatoria – Computo del “dies a quo” – Principio di consecuzione delle procedure – Applicabilità – Fondamento.

Visualizza il provvedimento
Ai fini della retrodatazione del “dies a quo” per l’esercizio dell’azione revocatoria, il principio di consecuzione delle procedure è applicabile anche in ipotesi in cui al concordato preventivo abbia fatto seguito l’'amministrazione straordinaria. La consecuzione è, invero, un fenomeno generalissimo, consistente nel collegamento tra procedure di qualsiasi tipo, volte a regolare una coincidente situazione di dissesto dell'impresa (manifestatasi indifferentemente come crisi o insolvenza, trattandosi di una distinzione di grado del medesimo fenomeno), in base al quale le varie procedure restano avvinte da un rapporto di continuità causale e unità concettuale, anche se non di rigorosa continuità cronologica, in una logica unitaria che consente di saldare i presidi di tutela insorti con la prima procedura a vantaggio dei creditori concorsuali riaggregati nella seconda. 

Massima Ufficiale
Riproduzione riservata

art. 67, comma 2, L. fall.
art. 69 bis L. fall.
art. 3 D.Lgs. n. 3/1999
art. 49 D.Lgs. n. 3/1999