App. Brescia, Sez. III, 18 novembre 2020, Pres. Est. Cantù

LEGGE PINTO – Indennizzo – Irrisorietà della pretesa – Rapporto tra il credito ammesso al passivo e il capitale sociale del creditore - Insussistenza del pregiudizio da irragionevole durata della procedura fallimentare.

Scarica PDF

Visualizza il provvedimento
È insussistente il pregiudizio da irragionevole durata del processo nel caso in cui il credito azionato nella procedura fallimentare sia irrisorio in relazione alle condizioni personali della parte (nella specie la Corte ha valutato irrisorio il danno di una società di capitali che aveva insinuato un credito pari alla 66esima parte del capitale sociale).
Riproduzione riservata

L. 24 marzo 2001 n. 89 art. 2